Come è andata la nostra prima stagione

Un’idea che è diventata in breve realtà

Con la fine delle attività, dagli allenamenti allo Sferisterio al mini Camp di Monghidoro, è giunto il momento di tracciare un bilancio di questa prima stagione di AICS Volley Bologna.

Quella che fino all’estate scorsa era solo un’idea, ha preso forma nel mese di agosto 2016 per volontà del Presidente AICS del Comitato Provinciale di Bologna, Serafino D’Onofrio, con la fattiva collaborazione di Michele Mastellari di Giocare Insieme e del sottoscritto. In meno di un mese abbiamo allestito la proposta, creato il logo, il sito web e i vari profili social. A settembre siamo partiti con gli Open Days e già prima della fine del mese con gli orari di allenamento, mantenuti fino al termine della stagione.

Potrebbe forse sembrare un lavoro improvvisato o quantomeno forzato, ma non è la nostra storia. Siamo nati con l’idea di far rivivere allo Sferisterio “Achille Baratti” una storia di pallavolo che parla anche di finali del Campionato Italiano giocate e vinte dalla Virtus Sezione Pallavolo. Da subito ci siamo proposti un modo diverso di intendere lo Sport, sempre mantenendo il focus sulla tecnica e sull’obiettivo a breve, a medio e a lungo termine sia del singolo che dell’intera formazione, ma con un approccio differente verso le nostre ragazze. Non le abbiamo mai viste o pensate come semplici numeri, ma come persone. Abbiamo immediatamente puntato sulla Squadra, spesso data per scontata, come strumento per condividere lavoro, problematiche, miglioramenti, vittorie e sconfitte. Sembra banale, ma vi assicuro che non lo è. Lavorare tutti per un obiettivo, raggiungerlo insieme e insieme affrontarne un altro fa acquisire al gruppo una maggiore consapevolezza delle proprie capacità.

Continua a leggere

La nuova esperienza del Camp

Monghidoro 21 / 24 giugno

La scorsa settimana è andato in scena il primo Camp di AICS Volley Bologna. Da mercoledì 21 a sabato 24 giugno, ragazze ed allenatori sono infatti stati ospiti della struttura del Blu Village presso la piscina di Monghidoro.

Mattine e pomeriggi hanno visto le ragazze impegnate in allenamenti sia in palestra che sul campo da beach volley, per poi trascorrere il tempo restante in piscina o ancora sul campo da beach volley per partitelle tra di loro o con le ragazze e i ragazzi presenti in piscina. Colazioni, pranzi e cene sono stati momenti di stacco e di ristoro, ma allo stesso tempo utili a fornire importanti informazioni relative al cibo e alla corretta alimentazione, e comportamenti, grazie alla presenza di Roberta Scanferlato (che oltre ad essere la loro allenatrice è anche una biologa nutrizionista) che ha curato il menù.

Continua a leggere

L’Under rimanda l’appuntamento con la prima vittoria in casa

Lo Spartacus porta a casa la vittoria anche al ritorno

Si conclude con una sconfitta questo ciclo di sei amichevoli disputate nella seconda parte della stagione, nella quale le nostre ragazze hanno affrontato Nettunia, Spartacus e Open Volley.

Il bilancio parla di 2 vittorie e di 4 sconfitte, ma al di là dei numeri non possiamo non essere soddisfatti. Dobbiamo infatti tener sempre presente che per quasi tutte si trattava della prima esperienza nel mondo della pallavolo, uno sport più complicato di quello che si potrebbe pensare. La tecnica individuale è importante, ma questa deve essere coniugata con la squadra e le sue necessità. Movimenti in fase di “possesso palla” e in fase di non possesso, sono alchimie che solo il tempo ed il lavoro in palestra possono oliare a dovere.

Continua a leggere

Tutte in campo con il Mamanet

Cos’è il Mamanet?

Mamanet è una filosofia di vita, un’attività fisica e un programma sportivo che cambierà il ruolo della donna nello sport e nella società.

Questo movimento sociale è nato in Israele, dove ci sono già 10.000 mamme che giocano e creano comunità, ed è sostenuto dallo CSIT. Lo CSIT è un network internazionale di associazioni che promuovono e fanno lo sport amatoriale e che fa parte del Comitato Olimpico Internazionale.

Foto dal sito di AICS Roma

Il Mamanet è lo sport del Cachibol riservato alle sole mamme e alle donne over 30, che va oltre al gioco, crea comunità tra le giocatrici e le loro famiglie. Ma è molto più di uno Sport, è una comunità di mamme, uno stile di vita che permette alle donne di avere tempo per loro attraverso la pratica sportiva di squadra, di stare insieme ad altre mamme e di aiutarsi a vicenda. E sempre con il sorriso.

Continua a leggere

1 2 3 4